7 Ottobre: giornata mondiale del sorriso. Il post del buonumore :)

Oggi, 7 Ottobre, come ogni primo venerdì di Ottobre, si celebra la giornata mondiale del sorriso, il #WorldSmileDay

(Prima di iniziare a leggere questo articolo metti in sottofondo, se puoi, Downtown di Petula Clark: mentre sto scrivendo io la sto ascoltando, perché è la canzone che più di tutto al mondo riesce ad infondermi allegria. Chissà che non funzioni anche con te!)

Ma da cosa ha avuto origine questa festa? Qual è la sua storia?

Harvey Ball nel 1963 diede vita allo smile, la faccina sorridente più famosa al mondo. Gli venne commissionata da una compagnia di assicurazioni di Worcester i cui dipendenti sembravano ai dirigenti un po’ fuori tono: cosa meglio di una faccia sorridente da mettere sulle scrivanie e stampare su alcuni poster avrebbe tirato loro su il morale?

Nel 1999 l’artista statunitense, reduce del successo della sua opera, decise di chiedere che venisse istituita una giornata dedicata al sorriso, perché se quella semplice illustrazione aveva fatto il giro del mondo forse la gente aveva proprio bisogno di più sorrisi.

La sua proposta venne, ovviamente, presto accolta, e la celebrazione divenne internazionale. Harvey Ball ci ricorda che il sorriso “non ha partito politico, non ha geografia, non ha religione”.

Sorridi perché il sorriso ha molti benefici psico-fisici:

  1. Ridere aumenta la longevità: chi sorride di più può vedere prolungata la propria aspettativa di vita anche di 7 anni. E fa apparire il nostro viso più giovane di ben 3 anni!
  2. Rafforza il sistema immunitario: quando sorridiamo ci rilassiamo, ed il relax permette al sistema immunitario di reagire più efficacemente
  3. Migliora la Pressione sanguigna: sorridere normalizza la pressione ed il battito cardiaco, infatti è stato dimostrato ch le persone che sorridono spesso sviluppano meno patologie cardiache e godono di un migliore stato di salute.
  4. Sorridere è un antidolorifico naturale: merito delle endorfine che rilascia il cervello quando sorridiamo.
  5. Aumenta il rendimento: sorridere allenta la tensione e ci spinge al buonumore, ed è risaputo che quando non siamo tesi e tristi rendiamo meglio, sia a lavoro che a scuola. Ecco perché è opportuno staccare ogni tanto.
  6. Sorridere fa rimorchiare di più! Scherzi a parte, il sorriso ci rende più interessanti ed attraenti agli occhi altrui, e addirittura secondo uno studio condotto in Inghilterra, i sorrisi spontanei incentivano la nascita di relazioni sociali sincere, perché ricevere e donare un sorriso stimolano l’empatia, la fiducia e l’ottimismo.

E allora, almeno oggi, proviamo a sorridere di più!

Facciamo una telefonata piacevole, concediamoci il nostro pasto preferito senza contare le calorie, dedichiamo almeno un’ora al nostro hobby, acquistiamo qualcosa per coccolarci, usciamo! E proviamo a regalare qualche sorriso se incrociamo gli sguardi altrui: se non lo hai mai fatto all’inizio potrebbe essere difficile, ma poi ti accorgerai di quanto sia piacevole, soprattutto quando vengono ricambiati.

Baci baci, e sorrisi 🙂

Loredana

Leggi del progetto creativo #EveryDayWorldDay

Lascia un commento!

Dì la tua!