Capelli rossi: carattere, superstizioni e… 6 motivi per amarli!

Un #EveryDayWorldDay leggero e simpatico quello di oggi, che ben si sposa con questo sabato di sole: infatti il 5 novembre è dedicato ai capelli rossi,

una celebrazione che nasce in Inghilterra e che prende il nome di “Love Your Red Hair Day

I capelli rossi sono stati per secoli oggetto di superstizioni, illazioni, discriminazioni: ecco le più note

  1. Per gli antichi egiziani chi aveva i capelli rossi discendeva dal dio Seth, ed era quindi feroce e brutale
  2. Secondo i greci i rossi dopo la morte diventavano vampiri
  3. Aristotele descriveva le donne fulve come emotivamente non-addomesticabili.
  4. Per i romani erano portatori di sfortune e disgrazie
  5. I capelli rossi nel medioevo erano sinonimo di degenerazione morale e di un desiderio sessuale bestiale
  6. Nel periodo dell’inquisizione le donne dai capelli rossi erano le streghe più diaboliche
  7. Secondo Mark Twain avevano una strana influenza sui gatti.
  8. Ed infine il mio conterraneo Verga iniziava il suo “Rosso Malpelo” così:

Malpelo si chiamava cosě perché aveva i capelli rossi; ed aveva i capelli rossi perché era un ragazzo malizioso e cattivo, che prometteva di riescire un fior di birbone.

D’altronde un vecchio detto ci mette in guardia: “Non c’è mai stato un santo con i capelli rossi.

Grazie al cielo ci siamo mentalmente e culturalmente evoluti, e piuttosto a quel 2% di rossi naturali se ne aggiungono molti altri che si colorano i capelli proprio della tinta che pare essere la più gettonata nei saloni di bellezza.

E siccome oggi si celebra proprio la chioma rossa, ecco 6 motivi per cui amare le proprie “Ginger Head“:

  1. I capelli rossi sono una rarità: come dicevamo, solo il 2% della popolazione mondiale ha i capelli rossi, e si arriva a meno dell’1% se abbiniamo ai capelli rossi anche gli occhi azzurri, entrambi caratteri recessivi.
  2. La storia, le vecchie superstizioni, le leggende, conferiscono alle teste rosse, nell’immaginario comune, una sorta di aria di mistero che le rende affascinanti, e intorno al XVI secolo in Inghilterra si è sviluppata la credenza che elfi, fate e creature celesti avessero i capelli rossi.
  3. Alcune tra le donne più influenti, e sexy, della storia erano rosse: la Regina Elisabetta I, Elena di Troia, Emily Dickinson e Cleopatra. Tra gli uomini invece il dio Thor, il faraone Ramses, William Shakespeare, e forse anche il primo uomo mai esistito, Adamo: infatti “Adamo” in ebraico significa “rosso” o “rubicondo”.
  4. I capelli rossi non ingrigiscono,  ma sbiadiscono poco alla volta fino a diventare bianchi.
  5. La principessa Disney più amata di sempre è rossa: Ariel de “La Sirenetta”. Un’altra rossa è Merida di “Ribelle – The Brave”
  6. Le persone con i capelli rossi sono biologicamente più allegre, e non è un luogo comune ma scienza: chi ha la pelle molto delicata come è quella dei rossi, infatti, ha bisogno di meno sole per produrre una quantità adeguata di vitamina D, alleata contro i sintomi depressivi.

E se anche voi, come me, vi sentite rossi dentro… beh, correte a tingervi e festeggiate!

 

Lascia un commento!

Dì la tua!