Come capire se si è stressati e come affrontare lo stress emotivo?

Oggi, 2 novembre, è la giornata della consapevolezza sullo stress.

La vita moderna, fatta di sfide quotidiane più o meno importanti, che sia riuscire a conciliare il lavoro fuori casa con quello da mamma o da papà, che sia riuscire ad arrivare in orario al lavoro, che sia riuscire a fare la spesa con gli ultimi 20 €, ci da’ continuamente motivi per lasciarci andare allo stress.

Lo stress logora, annienta il bello e rende tutto pesante. Abusiamo molto della frase “sono stressato”, ma cos’è davvero lo stress?

Wikipedia ci dice che:

Lo stress è una sindrome di adattamento a degli stressor (sollecitazioni). Può essere fisiologica, ma può avere anche dei risvolti patologici, anche cronici, che ricadono nel campo della psicosomatica. Si suole distinguere tra eustress e distress ovvero rispettivamente stress buono e stress cattivo.

Ma come capire se si è stressati, di quello stress che ci fa male? Ecco dei segnali da non sottovalutare:

  1. Stanchezza e spossatezza eccessiva
  2. Mancanza di concentrazione
  3. Palpitazioni e senso di disagio
  4. Eccessiva sudorazione delle mani o dei piedi
  5. Formicolio delle dita.
  6. Mal di testa
  7. Mal di stomaco

Ovviamente dietro a ciascuno di questi sintomi può celarsi un problema più serio dello stress, quindi interrogarsi sulla propria vita è il modo migliore per venire a capo della questione e per rendersi conto se non sia il caso di rivolgersi al medico.

Una volta preso atto della propria situazione, dovremmo chiederci quali sono le fonti di stress della nostra vita, ed una volta individuate provare ad agire per cambiare lo stato delle cose: se proprio non possiamo intervenire perché i motivi dello stress esulano dal nostro operato, quanto meno agiamo su noi stessi e proviamo a schermarci.

Io proprio in questo periodo sto elaborando una serie di cambiamenti molto tosti nella mia vita, che potrebbero essere fonte di altissimo stress emotivo, se non di profonda depressione. Eppure la gente intorno a me dice che io sembro semplicemente fluire. Vi assicuro che non sono la regina delle nevi, sono invece molto vulnerabile, e ho una sensibilità che mi pone semmai nella condizione di sentire tutto sulla pelle e di sentirlo forte, ma nei miei 29 anni di vita ho affrontato così tante sfide da sviluppare una resilienza emotiva che mi aiuta a non sprofondare, a reagire anche in mezzo al buio, a trasformare le brutture della vita in occasioni di crescita, ed il dolore di oggi è un alleato per il futuro, non lo rinnego e lo attraverso, ma cerco di non farmi sopraffare e di proseguire verso i miei obiettivi e perseguire i miei sogni. Guardando avanti ma pensando al bello di ieri, con i piedi per terra ma la testa, ed il cuore, tra le nuvole.

La resilienza emotiva si può allenare, anche senza passare attraverso eventi tragici o spiacevoli. Ma magari ne parliamo un’altra volta. Oggi non stressiamoci!

 

Lascia un commento!

2 thoughts on “Come capire se si è stressati e come affrontare lo stress emotivo?

Dì la tua!