Giornata internazionale della tolleranza: quando essere o non essere tolleranti?

Oggi, 16 novembre, è la Giornata Internazionale della Tolleranza, l’“International Day for Tolerance”

Ma che vantaggi può portare nelle nostre vite, nella società e nel futuro, un atteggiamento tollerante? Vi rispondo con le frasi, le citazioni e gli aforismi più significativi sulla tolleranza e l’intolleranza scritte, o pronunciate, da uomini che si sono distinti per aver fatto della tolleranza un pilastro delle proprie vite.

La tolleranza non ha mai provocato una guerra civile; l’intolleranza ha coperto la terra di massacri.
(Voltaire)

Non condivido con ciò che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo.
(Attribuito a Voltaire)

Abitua il tuo intelletto al dubbio e il tuo cuore alla tolleranza.
(Georg Christoph Lichtenberg)

Dato che non penseremo mai nello stesso modo e vedremo la verità per frammenti e da diversi angoli di visuale, la regola della nostra condotta è la tolleranza reciproca.
(Mahatma Gandhi)

Cristiano, ebreo, musulmano, sciamano, zoroastriano, pietra, terra, montagna, fiume, ognuno ha un modo segreto e unico di relazionarsi con il mistero, e non può essere giudicato.
(Rumi)

Non pensare di dare botte in testa alla gente che non la pensa come te. Sarebbe altrettanto razionale darti botte in testa da solo perché sei tu stesso diverso da come eri dieci anni fa.
(Horace Mann)

Che cos’è la tolleranza? È la prerogativa dell’umanità. Siamo tutti impastati di debolezze e di errori; perdoniamoci reciprocamente le nostre sciocchezze: questa è la prima legge di natura.
(Voltaire)

La tolleranza appare fra tutte le cose del mondo la più adatta a riportarci all’età dell’oro, a creare un concerto e un’armonia di più voci e strumenti di diversi toni e note, almeno altrettanto gradevole quanto l’uniformità di una voce sola.
(Pierre Bayle)

Il più grande risultato dell’educazione è la tolleranza. Tanto tempo fa, gli uomini combattevano e morivano per le loro credenze, ma ci sono volute ere per insegnare loro un altro tipo di coraggio – il coraggio di riconoscere e rispettare le credenze e la coscienza dei loro fratelli. La tolleranza è il principio primo della comunità, è lo spirito che conserva il meglio del pensiero dell’uomo.
(Helen Keller)

Tolleranza è concedere a ogni altro essere umano tutti i diritti che si reclamano per sé stessi.
(Robert Green Ingersoll)

Ho imparato a rispettare le idee altrui, a capire prima di discutere, a discutere prima di condannare.
(Norberto Bobbio)

Per poter criticare, si dovrebbe avere un’amorevole capacità, una chiara intuizione e un’assoluta tolleranza.
(Mahatma Gandhi)

Dobbiamo tollerarci a vicenda, perché siamo tutti deboli, incoerenti, soggetti all’incostanza e all’errore.
(Voltaire)

La prova del coraggio avviene quando siamo in minoranza. La prova della tolleranza avviene quando siamo in maggioranza.
(Ralph W. Sockman)

Nella pratica della tolleranza, il nemico è il miglior insegnante.
(Dalai Lama)

Gli intolleranti, spesso, sono soltanto ignoranti. Non dispongono di termini di paragone, giudicano il mondo chiusi nel loro angolo. La possibilità di confronto è una ricchezza, una gioia e una fortuna. Insegna la prospettiva, i modelli e le relazioni. Essere aperti è un vantaggio.
(Beppe Severgnini)

Per avere fede nel mio percorso, non ho bisogno di dimostrare che il percorso di qualcun altro è sbagliato.
(Paulo Coelho)

Ma attenzione: essere tolleranti non vuol dire piegarsi e farsi andare bene tutto:

Vi è un limite oltre il quale la tolleranza cessa d’essere virtù.
(Edmund Burke)

La tolleranza illimitata porta alla scomparsa della tolleranza. 
(Karl Popper)

La tolleranza diventa un crimine quando si applica al male.
(Thomas Mann)

Chi tollera un torto ne chiama cento.
(Proverbio)

La tolleranza è come il vino: un po’ fa bene, troppa è dannosa.
(Beppe Severgnini)

Ho visto dimostrare una grande intolleranza per difendere la tolleranza.
(Samuel Taylor Coleridge)

Non diventare così tollerante da tollerare l’intolleranza.
(Bill Maher)

La tolleranza è una virtù straordinaria, ma i vicini immediati della tolleranza sono l’apatia e la debolezza.
(Sir James Michael Goldsmith)

Amare tutta l’umanità può riuscire più facile del tollerare una sola persona.
(Alessandro Morandotti)

Molto pochi sono gli uomini che possono tollerare negli altri i propri difetti.
(Arturo Graf)

Bisogna che gli uomini, per meritare la tolleranza, comincino col non essere fanatici.
(Voltaire)

Ho appreso il silenzio dai loquaci, la tolleranza dagli intolleranti, e la gentilezza dagli scortesi; stranamente, tuttavia, non sono riconoscente a questi insegnanti.
(Khalil Gibran)

 

E concludiamo con uno dei pensieri più belli di uno di quei presidenti americani che credo tutt’oggi l’America rimpianga, e tutto il mondo (…lungi da me fare paragoni tra il presidente in carica e John Kennedy sulla tolleranza! 😛 )

E se le nostre divergenze non possono essere risolte oggi, almeno possiamo cercare di rendere il mondo un luogo sicuro per le diversità. Perché, in fin dei conti, il nostro più elementare legame è che tutti noi abitiamo questo piccolo pianeta, respiriamo la stessa aria, ci preoccupiamo per il futuro dei nostri figli, e siamo tutti mortali.
( John F. Kennedy, dal discorso alla American University, 10 giugno 1963)

Lascia un commento!

Dì la tua!