L’attimo fuggente. Nonna Anna

Avere un figlio e avere una nonna in vita, e ancora nel pieno possesso delle proprie facoltà mentali, non è comune, non è ordinario. È straordinario. STRAORDINARIO. In tutti i sensi. Soprattutto quando quella nonna ti scorre nelle vene, quando ce l’hai appiccicata in tutti i più bei ricordi legati all’infanzia, quando davvero non immagini una vita senza di lei, che ha colmato vuoti e annullato dolori, che ha raccontato storie e pezzi di vita, che si è sempre prodigata per figli e nipoti senza mai aspettarsi nulla in cambio, che ti scriveva quelle liste della spesa che ti facevano sempre morire da ridere, che ti dava la mano mentre si dormiva e ti cedeva il letto migliore, che recitava le preghierine per non farti avere paura, che ti fa la pasta “chi vrocculi ‘ntianu” più buona del mondo, che ti donava anche le ultime mille lire e oggi gli ultimi 5 €, anche se sei mamma e moglie e lei c’ha una pensione ridicola. Che una donna con le palle come lei sfido chiunque a trovarla, che vedova da 40 anni ha sempre tenuto da sola tutti in piedi, che ha lavorato 30 anni per amore delle sue bambine sfidando il fatto che in Sicilia negli anni ’70 le donne non lavoravano perché non si usava, che non ci ha pensato un attimo a fare scelte di vita coraggiose e rischiose sfidando la mafia. Sì, hai letto bene. La mafia. Perché la mafia negli anni ’70 qui esisteva già e uccideva le persone. Uccideva i mariti e i padri…

Potrei continuare all’infinito a parlare di lei, di una delle persone più cazzute che conosca. Di una delle donne della mia vita che mai smetterò d’amare, al di là del tempo e dello spazio, al di là di errori e scivoloni, perché siamo umani ed anche una super donna può sbagliare.

Racconterò sempre a Dario di Nonna Anna, e di come il suo viso si illumina quando baciandolo e stringendolo forte forte dice “E cu l’avia a dire ca nna vicchiaia avia aviri un niputeddu raccussì!” ♡

Lascia un commento!

4 thoughts on “L’attimo fuggente. Nonna Anna

  1. Cara, grazie per questo post. Vedi anche io ho due nonne mie ancora in vita, pensa che addirittura la mia trisavola ( la nonna di mia madre!) è riuscita a conoscere il mio primo figlio, che gioia! È vero, una cosa che ripete pure mia nonna “e cu l’avia a diri….” E poi aggiunge sempre una cosa: “io per i miei nipoti stravedo, ma pi sti picciriddi ( i miei figli!) straviu!!” Che tenerezza!!
    Lav

    1. Oddio sì, anche la mia nonna dice sempre la stessa frase!? E anche la mia bisnonna ha conosciuto mio figlio, 5 generazioni… Quindi siciliana anche la tua famiglia?

Dì la tua!