10 frasi tipiche dei puristi del cibo: estremismi alla gogna!

Oggi, 16 ottobre, si celebra il #WorldFoodDay, la giornata mondiale del cibo.

È caduto a pennello un racconto esilarante della straordinaria autrice Linda Smeraldi (potete leggere le cose meravigliose che scrive sul blog www.iostinataecontraria.blogspot.it) che discute in maniera molto ironica dell’estremizzazione all’attenzione, spesso maniacale di certe persone, verso ciò che introducono nello stomaco.

Ma non vi anticipo più nulla, leggete direttamente Linda:

Puoi stare sicuro che se t’imbatterai in una conversazione che verte sul cibo, di qualsiasi natura esso sia, e cercherai di far notare oramai la sua indubbia salubrità data da inquinamento, colture massive, depauperamento causato dagli OGM, pesticidi, coloranti, conservanti, ormoni, puoi stare certo, ci potresti mettere la manina come Muzio Scevola, che troverai chi:
1) Se lo coltiva da solo in un ambiente sterile, protetto da tutto, anche da loro.
2) Vive in altissima quota, come un aereo, anzi più su degli aerei.
3) Sa benissimo che vita ha fatto il pezzo di carne di cui si ciba, cosa mangiava, che gruppi musicali prediligeva e soprattutto se andava bene di corpo: perché quello è di fondamentale importanza.
4) Ha lo zio che si fa l’orto, ma non sul terrazzino del condominio, no. Direttamente sugli Ziggurat.
5) Tenterà di dirti tra le righe che morirai presto di qualsiasi cosa, mentre lui, grazie al suo infallibile metodo alimentare romperà il cazzo al mondo fino ai 135 anni suonati.
6) Ti guarderà con disprezzo e anche se attraverso un monitor, sentirai che lo sta facendo.
7) Ti farà sentire l’unico imbecille che non sa come alimentarsi per vivere sani-belli-intelligenti-furbi.
8) Ti dirà che è vegano, quindi tu devi morire.
Tu tenterai di dirgli che per farti morire meglio dovrebbe essere almeno come minimo respiriano.
Non servirà, non sapendo cogliere l’ironia.
9) Gli dirai che sei vegetariana, molto spesso vegana, anche se non rompi il cazzo a nessuno per questo, ma tanto chissà che porcherie del supermercato mangi tu.
Lui non ha i “nostri” supermercati nel suo mondo.
Lui si coltiva tutto, anche i supermercati, sempre sul terrazzino di suo zio.
10) Da quel momento non sarai più degna di parlare con lui perchè lo potresti inquinare.

Detto questo non resta che solo una cosa da dire -de core- a questi soggetti vagamente estremisti.

Illustrazione divertente suca

Linda Smeraldi 

Ve l’avevo detto che era esilarante, no?

A domani,

Loredana

Lascia un commento!

Dì la tua!