S.O.S Villaggi dei Bambini: nessun bambino merita di restare da solo

In questi giorni i social hanno offerto dolcissime immagini di bambini felici: hanno scartato doni, hanno mangiato dolci, hanno ricevuto coccole e calore. Anche i bambini di S.O.S. Villaggi dei Bambini

Questo non vuole essere un post melodrammatico e triste, e non tirerò fuori il discorso di quanto siano fortunati i nostri figli e di quanto invece non lo siano quei bambini che non hanno una famiglia amorevole che li protegga e che li ami. Voglio invece parlarvi di chi quella famiglia, per quei bambini nati sotto una cattiva stella, vuole crearla. Voglio parlarvi di S.O.S. Villaggi dei Bambini.

Cos’è S.O.S. Villaggi dei Bambini?

SOS Villaggi dei Bambini è oggi la più grande organizzazione mondiale impegnata a sostenere i bambini senza famiglia o che rischiano di perderla, tanto attiva da diventare l’organizzazione referente in Europa per la difesa dei diritti dell’infanzia.S.o.S. Villaggi dei Bambini

L’associazione nasce nel 1949, ed accoglie all’interno dei suoi Villaggi ben 86mila bambini, ai quali garantisce non solo cibo, protezione, cure mediche, istruzione e tutela in situazioni d’emergenza, ma anche e soprattutto la consulenza ed il supporto di specialisti qualificati (psicologi, psicomotricisti, medici, ecc…)

Inoltre l’associazione offre supporto alle famiglie in stato di necessità, ed è presente in 134 Paesi in tutto il mondo, aiutando 2 milioni di persone.

Come sostenere SOS Villaggi dei Bambini?

La onlus SOS Villaggi dei Bambini è sostenuta dalle donazioni regolari: bastano 15 € al mese, 50 centesimi al giorno, per fare la differenza nella vita di un bambino. L’associazione da’ modo di verificare in che modo viene investito il denaro donato, e ogni anno in occasione della giornata delle Porte Aperte, è possibile visitare i Villaggi SOS e interfacciarsi con gli operatori che si prendono cura dei bambini. I villaggi italiani sono 7: Trento, Saronno (VA), Roma, Mantova, Vicenza, Ostuni (BR) e Morosolo (VA).

Chi sono i bambini ed i ragazzi ospitati dai Villaggi SOS?

Gli ospiti dei villaggi vengono accolti nelle strutture in seguito alle sentenze del Tribunale dei Minori o dietro segnalazione dei servizi sociali. Generalmente i bambini provengono da situazioni in cui le difficoltà familiari, (tossicodipendenza dei genitori, violenze, povertà culturale, difficoltà economiche) non permettono ai genitori di sostenere i bisogni dei figli. I bambini ed i ragazzi trovano nei villaggi la propria casa, e vengono seguiti fino all’eventuale rientro nella famiglia d’origine, o comunque fino al raggiungimento dell’indipendenza e dell’autonomia

La campagna “Nessun Bambino Solo

Nessun Bambino Solo

In questi giorni, S.O.S. Villaggi dei Bambini ha lanciato la campagna “Nessun Bambino Solo” che ha lo scopo di sensibilizzare e far conoscere a sempre più persone l’associazione, al fine di estendere il supporto e la protezione ad un numero maggiore di bambini e ragazzi in Italia. Infatti, solo in Italia, i bambini che crescono senza il supporto della famiglia d’origine sono quasi 30.000, e oltre 91.000 hanno subito maltrattamenti.




Lascia un commento!

Dì la tua!