Lo street food di Palermo: cosa mangiare, dove e… perché (con foto)

Durante il mio viaggio di nozze in Egitto un venditore ci chiese da quale città provenivamo, e quando io dissi “Palermo, Italy“, questo fece “Oh yes, MAFIA!

Un luogo comune, certo, ma toccare con mano che il mondo ci identifica davvero così non è mai piacevole. Ho lasciato correre, ma se avessi avuto più tempo, ed una padronanza maggiore dell’inglese, gli avrei raccontato un’altra Palermo, e non l’inflazionata ed evergreen Palermo degli uomini che per combatterla, la mafia, sono morti. No.

Gli avrei raccontato dei ciavuri di Palermo, della Palermo folcloristica (vi ho raccontato questo aspetto nello scorso articolo sulle feste religiose di paese), la Palermo delle abbanniate al mercato della Vucciria, la Palermo del pane e panelle e delle mulinciane ammuttunate, la Palermo che si riunisce in processione per venerare ‘a Santuzza, la Palermo che “ah sì, quello è amico mio“, anche se ci hai parlato due volte.

Palermo è cibo. Buono. Che puoi mangiare per strada. Lo street food palermitano è roba forte.

street food di palermo foto

Perché se, mentre giri per i suoi mercati rumorosi ed affollati, ti viene un certo solletico allo stomaco, a Palermo non hai che l’imbarazzo della scelta. Basterà individuare i tipici carretti dei venditori di “ruote di spinciuni“, una focaccia rotonda condita con un trito di cipolla, pomodoro, pangrattato e qualche pezzetto di “sarduzza”.

street food di palermo foto sfincione

street food di palermo foto sfincione

Oppure le varie paninerie, ambulanti e non, che presentano tra i tanti il tipico panino rotondo con la milza e la ricotta, o quello con i “cazzilli” (crocchette di patate) o, per gli stomaci più avventurosi, quello con le stecche di “stigghiola“, scalogno avvolto dal budello di vitello, che detta così fa decisamente storcere il naso, ma basterà il loro profumo in fase di arrostitura per farvi cambiare idea, e non potete dire di aver visitato Palermo se non li avete gustati!

street food di palermo foto stigghiola
“stigghiularo”

Troverete gli stigghiulari in vari punti della città, e li riconoscerete subito: fanno fumo, tanto, e profumano.street food di palermo foto stigghiola

E se ancora non vi basta, ammuccatevi un’arancina con la carne o al burro, una fetta di anguria ghiacciata o un coppo di caldarroste a seconda della stagione.

street food di palermo foto caldarroste anguria

Vi consiglio di gustare, per ordine di reperibilità, i seguenti protagonisti dello street food di Palermo:

  • Arancine. Dove trovarle? In tutti i bar
  • Panino con panelle e crocché. Dove trovarli? Paninerie ambulanti e non
  • Panino con la milza. Dove trovarli? Paninerie ambulanti e non
  • Stigghiola. Dove trovarle? Venditori ambulanti in vari punti della città
  • Sfincione. Dove trovarlo? Carretti ambulanti
  • Frittola. Dove trovarla? venditori ambulanti
  • Caldume o Quarume. Dove trovarla? Venditori ambulanti oppure presso “Antichi sapori palermitani” in via Messina Marine dov’è sempre disponibile

Palermo è mare, affollato, caldo, cristallino. Palermo è girare la città di notte e trovare gente. Palermo è salire sul santuario di Santa Rosalia e ammirare con gli occhi lucidi tutta la bellezza di un panorama senza eguali, e giurare che anche se la lascerai non sarà per sempre, che tornerai e che lì ci morirai. Perché anche se la vita ti porterà lontano, chiudendo gli occhi, sentirai ancora il brusio delle strade della Vucciria, l’odore del mare ed il calore della tua gente. E con un po’ di sforzo e di immaginazione, perché no, anche il profumo delle stigghiola.

Loredana Amodeo

Progetto in collaborazione con Panasonic. Gli scatti sono stati realizzati con il modello Lumix GX7 
Panasonic official partner
– OFFICIAL PARTNER –
Il tour fotografico della durata di 12 mesi, alla scoperta di Palermo, delle sue tradizioni e del suo folclore, ha la firma di PANASONIC. Online da agosto 2016
Lascia un commento!

2 thoughts on “Lo street food di Palermo: cosa mangiare, dove e… perché (con foto)

Dì la tua!