10 consigli per fare foto perfette quando sei in giro.

Come fare foto belle quando sei in giro, durante una passeggiata o in vacanza?

I consigli che sto per darti ti daranno degli utili suggerimenti se non sai come fare foto belle, oggettivamente belle, e sono applicabili un po’ a tutte quelle foto che vorrai scattare al mare, in una piazza, in campagna: insomma, in qualsiasi luogo all’aperto.

Ecco un elenco che dovresti imparare a memoria per fare delle foto perfette durante le tue passeggiate:

  1. Occhio alla linea dell’orizzonte: fai sempre in modo che sia diritta, e se in fase di scatto non ci hai fatto caso, quanto meno poi riallineala con un programma di foto ritocco. Un orizzonte storto può davvero rovinare una foto!

  2. Non tagliare dall’inquadratura i piedi o le mani: se fai una foto a figura intera, che sia intera! Per far sì che non sia sgradevole alla vista fai in modo che le parti del corpo ci siano tutte, a meno che tu non voglia fare un ritratto a mezzo busto o un primo piano.

  3. Attenzione alle ombre e al sole di mezzogiorno: una foto con la luce perfetta è quella in cui il cielo è un po’ nuvoloso, o comunque con il sole non a picco, perché si creano brutte ombre sui visi che rovinano le foto e “stropicciano” le espressioni. Preferisci sempre un punto in ombra.

  4. Rispetta la regola dei terzi: una foto con il soggetto al centro appare statica e noiosa. Immagina che la scena sia divisa in 9 quadranti, ovvero 3 colonne verticali e 3 righe orizzontali. Fai in modo che, se fotografi un paesaggio, la parte alla quale vuoi dare maggior rilevanza occupi 2 terzi della scena (il mare? Il cielo? Le dune di sabbia?) Se nella foto c’è una persona fai in modo che questa sia posizionata lungo una delle 4 linee immaginarie. Tra l’altro ormai quasi tutte le macchine hanno l’opzione della griglia: attivala e vedrai come cambieranno le tue foto!

  5. Bilancia il bianco: se ti sembra che i colori delle tue foto non siano corrispondenti a quelli che vedono i tuoi occhi, sicuramente è perché non hai bilanciato il bianco. Ormai anche i cellulari permettono di modificare questo parametro. Se sei all’aperto e c’è molta luce seleziona “Luce diurna”, “Ombra” se appunto sei all’ombra o in zone poco luminose, “Tungsteno” se ti trovi in luoghi illuminati dalla luce calda, “Fluorescente” alla luce dei neon o luci fredde, “Flash” se appunto utilizzi il flash e così via.

  6. Fai in modo che la composizione della foto sia “ordinata”: niente oggetti a metà o ai quali mancano parti. Tutti gli oggetti che faranno parte della scena, oltre che ovviamente coerenti alla foto che abbiamo in mente, devono essere interi, non tagliati. Togli dalla scena tutti gli oggetti che non c’entrano, se puoi: se ad esempio scatti una foto ad un cagnolino, fai in modo che non entri nella scena anche il sacchetto di spazzatura abbandonato a bordo marciapiede.

  7. Trattieni il respiro mentre scatti! Aiuta ad avere la mano ferma. Se possibile appoggia i gomiti ad un ripiano. In ogni caso, se scatti all’aperto in pieno giorno, difficilmente avrai foto mosse.

  8. Poniti allo stesso livello dei soggetti bassi: inginocchiati, siediti a terra o accovacciati, ma non fotografarli dall’alto.

  9. Se vuoi fotografare la tua dolce metà con il tramonto come sfondo, o comunque in controluce, attiva il flash, altrimenti la figura verrà al buio.

  10. Scatta più volte per la stessa foto, ma una volta a casa cancella senza pietà le foto che non rispettano i criteri che ci siamo appena detti, e quindi foto fuori fuoco, foto con colori sfalsati, foto con composizioni sbagliate e foto che non si salvano neppure dopo il passaggio ai programmi di fotoritocco. Alla fine così otterrai una bella selezione di foto di qualità.

Ma soprattutto, ricordati di stravolgere le regole! Ebbene sì. A volte anche una foto ad un bambino dall’alto può essere piacevole, e persino un orizzonte storto o una regola dei terzi non rispettata. Insomma: sii creativo, sempre!

Questo articolo è stato realizzato per un progetto Canon grazie alla EOS 100D

Se ti piace la fotografia potrebbero interessarti anche gli articoli:

Loredana Amodeo

Lascia un commento!

Dì la tua!